Moscioli e Cozze

Moscioli e Cozze , la pesca

Con il papà e la famiglia si andava a pesca di cozze. D’estate si partiva con la barchetta ed il 4 cavalli Johnson (che si fermava ogni tre per due perchè si bagnava la candela).

Dopo una traversata avventurosa…partendo dal porticciolo di Numana…

Retino attaccato al salvagente, senza guanti , giù a fare ‘i fiati’ alle Due Sorelle. Lo scoglietto è quello che vedi a metà spiaggia. A fianco c’è ne uno che sta un metro sott’acqua, che se vai ad inizio stagione ne trovi a volontà.

La mamma che non faceva i fiati si allungava il braccio e pescava i moscioli di superficie.

A terra in spiaggia si faceva la pulizia scuotendo il retino sui sassi bianco splendenti e arrotondati.

Moscioli e cozze

Dopo le cozze un salto sotto una delle Sorelle , muniti di cacciavite e salvagente a prendere le telline, un complemento al sugo non da poco.

Non c’erano le alghe urticanti, non c’era casino in spiaggia, non c’erano i barconi, c’era solo…Lo Squalo, la prima barca che aveva iniziato a portare qualche turista. Parliamo di oltre 40 anni fa

Negli anni mio padre passò dal 4 cavalli al 9,9 poi al 15 poi al 25 …fino al 40 senza tuttavia cambiare lo scopo delle visite , la pesca dei moscioli e la cucina con i sughi surgelati per l’inverno, i moscioli arrosto , alla Tarantina.

Noi così, poi c’erano i barconi con il palombaro e la pesca con il rampino. Se ne vedevano tanti e quando finivano di pescare al largo spesso di avvicinavano minacciosamente alle zone di noi diportisti..

Oggi non trovi più i barconi con il palombaro , si è passati all’allevamento intensivo…la miticoltura.

Moscioli e Cozze buoni per la salute

Le cozze sono dei molluschi bivalvi di colore bianco-giallastro nei maschi e rosso-arancione nelle femmine e sono tra le specie di pescato più acquistate; probabilmente per l’ottimo apporto nutrizionale e la loro economicità.

La carne ha una composizione simile a quella del pesce magro, le proteine sono di alta qualità e presenti per il 10/15% del peso; contengono poi fosfolipidi che derivano dalle mebrane cellulari, non sono quindi grassi da deposito.

I molluschi insieme ai crostacei sono una buona fonte di zinco, magnesio, iodio e ferro.

Moscioli ed il Conero

Mosciolo si intende il mitile che viene pescato nella zona del Conero da Pietralacroce di Ancona ai Sassi Neri di Sirolo. E’ ricco di concrezioni che lo distinguono dalle cozze di allevamento e si distinguono per il profumo di mare. I locali dicono di riconoscere le cozze pescate al trave da quelle dei Sassi Neri e per questo riconoscono le cozze di allevamento, le meno saporite.

Ricordo infatti quando andavamo al trave in barca , al trave i moscioli sono più allungati e grandi.

Il mosciolo di Portonovo nasce e cresce spontaneamente sulle rocce sommerse della Costa del Conero.

 Dal Trave alle Due Sorelle

 La zona di pesca del mosciolo parte dal “Trave”, un unico scoglio lungo circa 1 km e largo 5 metri, in parte sommerso che si trova vicino ad Ancona, e arriva fino agli “Scogli delle Due Sorelle” a Sirolo, un tratto di costa del Conero in cui la qualità delle acque e l’abbondante nutrimento disponibile rendono questi mitili particolarmente gustosi e più ricchi di nutrienti, come gli Omega3. Il Trave svolge un ruolo fondamentale in quanto creando un vortice nella corrente marina, fa si che il seme del mosciolo non si disperda, una sorta di vivaio naturale.

Spiaggia Sassi neri Riviera del Conero
I Sassi Neri visti da San Michele

Si pescano da maggio ad ottobre. Il loro sapore cambia nei mesi con il variare della flora marina; fortunati i vacanzieri di luglio e agosto che possono assaggiare i più pregiati e saporiti.

Essendo nella zona di pesca l’acqua del mare di categoria A non è richiesta la stabulazione e quindi i moscioli e cozze appena pescate vanno al confezionamento dopo opportuno lavaggio.

Moscioli arrosto fatti da me

Moscioli a tavola

Il sugo di moscioli e telline

I moscioli arrosto o al gratin

Alla tarantina

Scottati e mangiati con una spruzzata di limone e pepe

Grazie anche a Portonovo Pesca e a Un mare di risorse di Stefano Cataudella e Carlo Carrada

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.