Summer Jamboree 2018 a Senigallia

Il Summer Jamboree giunto alla XIX  edizione, a Senigallia, dal 4 all ’11 agosto.

Il Summer Jamboree torna puntuale ad agosto, il Festival di musica e cultura dell’America anni ’40 e ’50, ribattezzato dal pubblico internazionale la “Hottest Rockin’ Holiday on Earth”.

Forse l’evento più stravagante e divertente di tutta la regione e del litorale adriatico

12  giorni di spensierato sogno americano anni ’50.

42 Concerti di cui 39 ad ingresso gratuito distribuiti su 3 grandi grandi palchi nel centro storico di Senigallia (Foro Annonario, Rocca Roveresca, Piazza Garibaldi).

Punta sempre più in alto la qualità musicale e spettacolare del Summer Jamboree! Rock and roll a 360 gradi, dagli anni Venti all’exotica, dal bluegrass al rockabilly. Artisti da tutto il mondo tra cui Dean Torrence di Jan & Dean, David Marks dei Beach Boys, il pioniere del rockabilly Rudy “Tutti” Grayzell (classe 1933), il mitico Brian Hyland.

Summer Jamboree

Il programma qui 

A Osimo c’è Frolla , il biscottificio solidale

Frolla biscottificio solidale

Nasce ad Osimo FrollaFrolla biscottificio solidale, il biscottificio che da lavoro ai ragazzi disabili. Dall’idea di due amici, un pasticcere ed un operatore sociale Jacopo Corona Gianluca Di Lorenzo

Il progetto nasce per fornire a “soggetti socialmente svantaggiati” un percorso di inserimento lavorativo finalizzato all’integrazione nella società. Frolla non è però solo un’opportunità di lavoro, ma rappresenta anche una possibilità di confronto e di scambio per i disabili in un clima familiare e professionale al tempo stesso. Nasce nella Roller House di Osimo.

Dopo la fase di startup del progetto le vendite stanno andando a bomba tanto che è stato aperto un laboratorio anche a San Paterniano di Osimo grazie a Gianni Lombardi, oltre a Castelfidardo.

Passione e divertimento per i ragazzi.

Se nel vostro percorso di visita nelle Marche c’è Osimo, date un occhio qua Frollalab .

Crolla una porzione falesia del Conero, vicino spiaggia Urbani

Crollo parziale  della Falesia del Monte Conero

Una porzione di falesia del Conero è crollata il 3 di giugno 2018, la zona interessata è tra Spiaggia Urbani e la Spiaggia del Frate.

La notizia mi arriva dagli ospiti che stanno per arrivare in casa, che mi chiedono qualche ragguaglio sulla situazione.

La falesia del Conero nello stesso punto ha subito un primo crollo a seguito del terribile terremoto del 2016 che ha colpito la regione marche e devastando Amatrice ed Accumuli tra le tante cittadine. Nella foto a fianco una foto scattata a suo tempo.

crollo falesia conero 2016Dopo il crollo la zona è stata messa in sicurezza e transennata.

Sono passato diverse volte con il SUP vicino all’area e ho sempre trovato i soliti imprudenti sdraiati nella zona a rischio crollo. Non furbissimi direi, ma non c’è niente da fare.

Meno male che nel nuovo crollo del 2018 non ci sono state persone coinvolte: lo ha accertato l’equipaggio di una motovedetta della Guardia costiera intervenuta sul posto. Molta paura tra i bagnanti della vicina spiaggia dei Frati, che hanno sentito un forte boato e assistito alla caduta di frammenti roccia, mentre si alzava un polverone.

Nella foto sotto il crollo recente di giugno 2018
crollo falesia Monte Conero - 2018

Giro d’Italia ad Osimo

Ecco la descrizione della tappa 11 del Giro d’Italia 2018,  Assisi – Osimo di 156 KM.

Quest’anno il Giro arriva ad Osimo e passa nella fase finale per il salitone di via Olimpia, davanti quindi alla casa dove sono nato. Non è la prima volta che il giro passa ad  Osimo. I miei ricordi vanno a quando ero bambino ed aspettavamo sulla via Flaminia che passasse la carovana  in arrivo da Castelfidardo. C’era questo mito della carovana passando lasciava regali di tutti i tipi. Ai tempi ricordo che qualcosa avevo ricevuto ma non ero rimasto colpito…

‘Tappa appenninica che valica la parte Umbro-Marchigiana attraverso il Passo del Cornello per portarsi oltre Cingoli e affrontare alcuni Muri tipici della zona. In particolare, verrà scalato il Muro di Filottrano e nel finale le strade interne di Osimo. La tappa si svolge su strade di media dimensione e con manto stradale a tratti usurato. Ultimi km: ultimi 5 km molto impegnativi. Giunti a Osimo si affronta il muro di via del Borgo in pavè grossolano lungo 300m al 16% e dopo una breve picchiata si scala via Olimpia per la lunghezza di circa 1 km con lunghi tratti al 16% prima di entrare nel centro storico in leggera ascesa su pavè di porfido. Rettilineo finale di 300 m largo 7 m.’
Dopo Osimo la tappa 12 Osimo Forlì

Per prenotare Casa Sirolo , qui

Bus Navetta da Numana alle spiagge 2018

Per chi viene a Casa Sirolo è comodissimo il Bus navetta che porta alle spiagge, se non si vuole passeggiare. Il capolinea è vicino all’ufficio IAT , a due passi da via Buenos Ayres.

Nella foto sotto il capolinea si trova dove la linea colorata disegna un angolo. Casa Sirolo si trova dove indica la freccia Blu.

orari bus navetta Numana spiagge

Gli orari  si trovano sempre aggiornati a questo link

Sotto il dettaglio del percorso BLU che porta ai bagni che si trovano dal Porto di Numana fino a Marcelli , Hotel Numana Palace

orari bus navetta Numana spiagge

Se pensi di venire in vacanza nelle Marche per l’estate 2019 contattami direttamente qui

Moscioli e Cozze

Moscioli e Cozze , la pesca

Con il papà e la famiglia si andava a pesca di cozze. D’estate si partiva con la barchetta ed il 4 cavalli Johnson (che si fermava ogni tre per due perchè si bagnava la candela).

Dopo una traversata avventurosa…partendo dal porticciolo di Numana…

Retino attaccato al salvagente, senza guanti , giù a fare ‘i fiati’ alle Due Sorelle. Lo scoglietto è quello che vedi a metà spiaggia. A fianco c’è ne uno che sta un metro sott’acqua, che se vai ad inizio stagione ne trovi a volontà.

La mamma che non faceva i fiati si allungava il braccio e pescava i moscioli di superficie.

A terra in spiaggia si faceva la pulizia scuotendo il retino sui sassi bianco splendenti e arrotondati.

Moscioli e cozze

Dopo le cozze un salto sotto una delle Sorelle , muniti di cacciavite e salvagente a prendere le telline, un complemento al sugo non da poco.

Non c’erano le alghe urticanti, non c’era casino in spiaggia, non c’erano i barconi, c’era solo…Lo Squalo, la prima barca che aveva iniziato a portare qualche turista. Parliamo di oltre 40 anni fa

Negli anni mio padre passò dal 4 cavalli al 9,9 poi al 15 poi al 25 …fino al 40 senza tuttavia cambiare lo scopo delle visite , la pesca dei moscioli e la cucina con i sughi surgelati per l’inverno, i moscioli arrosto , alla Tarantina.

Noi così, poi c’erano i barconi con il palombaro e la pesca con il rampino. Se ne vedevano tanti e quando finivano di pescare al largo spesso di avvicinavano minacciosamente alle zone di noi diportisti..

Oggi non trovi più i barconi con il palombaro , si è passati all’allevamento intensivo…la miticoltura.

Moscioli e Cozze buoni per la salute

Le cozze sono dei molluschi bivalvi di colore bianco-giallastro nei maschi e rosso-arancione nelle femmine e sono tra le specie di pescato più acquistate; probabilmente per l’ottimo apporto nutrizionale e la loro economicità.

La carne ha una composizione simile a quella del pesce magro, le proteine sono di alta qualità e presenti per il 10/15% del peso; contengono poi fosfolipidi che derivano dalle mebrane cellulari, non sono quindi grassi da deposito.

I molluschi insieme ai crostacei sono una buona fonte di zinco, magnesio, iodio e ferro.

Moscioli ed il Conero

Mosciolo si intende il mitile che viene pescato nella zona del Conero da Pietralacroce di Ancona ai Sassi Neri di Sirolo. E’ ricco di concrezioni che lo distinguono dalle cozze di allevamento e si distinguono per il profumo di mare. I locali dicono di riconoscere le cozze pescate al trave da quelle dei Sassi Neri e per questo riconoscono le cozze di allevamento, le meno saporite.

Ricordo infatti quando andavamo al trave in barca , al trave i moscioli sono più allungati e grandi.

Il mosciolo di Portonovo nasce e cresce spontaneamente sulle rocce sommerse della Costa del Conero.

 Dal Trave alle Due Sorelle

 La zona di pesca del mosciolo parte dal “Trave”, un unico scoglio lungo circa 1 km e largo 5 metri, in parte sommerso che si trova vicino ad Ancona, e arriva fino agli “Scogli delle Due Sorelle” a Sirolo, un tratto di costa del Conero in cui la qualità delle acque e l’abbondante nutrimento disponibile rendono questi mitili particolarmente gustosi e più ricchi di nutrienti, come gli Omega3. Il Trave svolge un ruolo fondamentale in quanto creando un vortice nella corrente marina, fa si che il seme del mosciolo non si disperda, una sorta di vivaio naturale.

Spiaggia Sassi neri Riviera del Conero
I Sassi Neri visti da San Michele

Si pescano da maggio ad ottobre. Il loro sapore cambia nei mesi con il variare della flora marina; fortunati i vacanzieri di luglio e agosto che possono assaggiare i più pregiati e saporiti.

Essendo nella zona di pesca l’acqua del mare di categoria A non è richiesta la stabulazione e quindi i moscioli e cozze appena pescate vanno al confezionamento dopo opportuno lavaggio.

Moscioli arrosto fatti da me

Moscioli a tavola

Il sugo di moscioli e telline

I moscioli arrosto o al gratin

Alla tarantina

Scottati e mangiati con una spruzzata di limone e pepe

Grazie anche a Portonovo Pesca e a Un mare di risorse di Stefano Cataudella e Carlo Carrada

 

 

Varnelli o non è vacanza nelle Marche senza.

Varnelli è un nome che farà parte della tua vacanza se ti piace il caffè corretto o se a fine pasto ti piace degustare un liquore con ghiaccio.

Il Varnelli, Amaro Sibilla o il Tonico

Potrà essere il liquore all’anice secco ‘Il Varnelli’ o l’Amaro Sibilla o anche, molto in voga in questi anni, il ‘L’Amaro dell’Erborista’ o comunemente il Tonico Varnelli.

Da bambino ho ancora il  il ricordo della bella la bottiglia del Varnelli sempre presente sui banconi dei bar.

La tradizione mediterranea dei liquori all’anice

Il Varnelli rientra nella tradizione mediterranea dei liquori all’anice e si distingue per esempio dall’Ouzo greco, il gusto secco e deciso e anche nella tradizione liquoristica marchigiana che trae le sua origini anche dalla tradizioni monastica.

 

La distilleria Varnelli è stata fondata nel 1868 grazie all’esperienza erboristica di Girolamo Varnelli.  Egli era un erborista, profondo conoscitore delle erbe officinali del luogo e delle tradizioni monastiche. Da tutto ciò trasse ispirazione per numerose ricette di distillati ed amari tra i quali l’Amaro Sibilla, nato inizialmente come antimalarico ed antifebbrile, grazie all’alto contenuto di Genziana Lutea, China e molte altre piante officinali.

La Distilleria Varnelli di Pievebovigliana, in provincia di Macerata, è la più antica casa liquoristica marchigiana.

Varnelli Amaro Sibilla

Attraverso quattro generazioni di erboristi ha mantenuto con scrupolosa professionalità i vecchi metodi di lavorazione artigianali e la segretezza delle ricette con cui si assicura l’alto standard qualitativo dei prodotti. L’azienda è cresciuta in modo costante e nel 1988 si è trasformata in società per azioni guidata dalla famiglia che ne è proprietaria

In questo articolo alcune riproduzioni di stampe di vecchie pubblicità degli anni 50 testimonianza della storia e tradizione della casa.

 

 

Le Marche alla BIT 2018 , Viaggio nella Bellezza

Marche Osimo
Osimo , il monte San Vicino da Piazza Nuova

Un programma ricchissimo di appuntamenti e personaggi per la Regione Marche alla BIT 2018.

Sotto il programma tratto dal Comunicato Stampa della Giunta Regionale.

Viaggio nella Bellezza

‘Si preannuncia molto intenso il Viaggio nella Bellezza che le Marche faranno compiere nella tre giorni milanese della BIT, dall’11 al 13 febbraio alla Fiera Milano City.  Un programma ricchissimo di iniziative condotte da Alvin Crescini e Francesca Carli e di ospiti illustri, ad iniziare dal testimonial Giancarlo Giannini che presterà la sua voce per raccontare le bellezze delle Marche nella nuova campagna di comunicazione sia attraverso spot radiofonici e spot video.

Il famoso attore verrà allo stand marchigiano per la presentazione, appunto, della campagna promozionale 2018 da parte dell’assessore regionale al Turismo- Cultura , Moreno Pieroni, lunedì 15 febbraio alle 15  e quindi in un evento fuori BIT nello stesso giorno alle 18 , al Museo Diocesano di Piazza Sant’Eustorgio , sede della Mostra Capolavori Sibillini.

Le Marche e i luoghi della bellezza” per un incontro con la stampa e tour operator stranieri e italiani, condotto da Paolo Notari e promosso da Regione Marche e ANCI Marche. L’iniziativa sarà allietata dalle musiche del Maestro violinista Marco Santini.

In collegamento video anche Neri Marcorè, nel pomeriggio di Domenica 11, insieme al direttore esecutivo Giambattista Tofoni per alcune anticipazione sulla seconda edizione di RisorgiMarche – Festival musicale per la rinascita delle comunità colpite dal sisma.

Anche Vittorio Sgarbi, abituale ospite delle Marche e divulgatore della bellezza della nostra regione, sarà presente lunedì 12 all’Evento fuori BIT per la visita guidata alla Mostra di cui è curatore insieme a Daniela Tisi.

Anniversari, Mostre ed Eventi

Ma già dalla mattinata di domenica ci saranno numerosi spazi dedicati alle proposte culturali e turistiche dei singoli territori provinciali: dagli anniversari internazionali nelle Marche:2018: 150° di Gioachino Rossini; 2019: 200° de L’Infinito di Giacomo Leopardi; 2020: 500° di Raffaello Sanzio; a Macerata , candidata a capitale della Cultura 2020; alle serie di mostre che  punteggeranno la stagione culturale 2018 Le Marche, una regione in mostra con gli eventi del ciclo Mostrare le Marche, con le nuove mostre  2018 di Ascoli Piceno, Fermo e Matelica e infine Il grande evento dedicato a Lorenzo Lotto – Macerata- autunno 2018.

Sempre lunedì 12 verrà illustrato anche un accordo con le Edizioni Condè Nast, coinvolte nel progetto di comunicazione e valorizzazione dell’immagine delle Marche.  La giornata conclusiva, martedì 13 febbraio, sarà dedicata alle diverse analisi dei trend turistici sul web con focus su #destinazionemarche. ‘

Prenota Subito

Permesso parcheggio dimoranti Sirolo

Se vieni in vacanza a Sirolo dove parcheggiare l’auto ?

In alcune zone il parcheggio è riservato ai Residenti o Dimoranti con l’obbligo di esporre l’apposito tagliando di autorizzazione rilasciato dalla Polizia Municipale.

permesso parcheggio dimoranti Sirolo
Via Buenos Ayres

Rilascio Permesso Dimoranti

Da riempire l’apposito modulo indicando modello auto, targa e periodo di permanenza e l’indirizzo dove si intende parcheggiare.

Da allegare fotocopia del libretto di circolazione che se avrete con voi faciliterà il tutto.

Durata Permesso e Costo

‘I permessi per i dimoranti avranno una durata rapportata al periodo di presenza sul territorio come dichiarato al momento della richiesta di rilascio del permesso.’

Il tutto per la modica cifra di  25 euro

Orari e Dove

  • Martedì:  16 – 18
  • Mercoledì: 10 – 12
  • Giovedì: 16 – 18

Indirizzo: Piazza Giovanni da Sirolo, n. 1 – 60020 Sirolo (AN)

Tutti i moduli nell’apposita sezione del sito del Comune di Sirolo qui 

A due passi dalle spiagge…

Da via Buenos Ayres 10/a  ti trovi a due passi dalle spiagge… e non solo

Le Distanze

IAT Numana e Fermata Bus Navetta Spiagge                                                        240 mt.

Banca e atm  – Banca di Filottrano                                                                              260 mt.

L’Ecologico Noleggio Bici scooter e moto elettriche Numana                      290 mt.

Farmacia Dott. Giorgio Epifani Via Giacomo Leopardi, 8, Numana             500 mt.

Bar Gelateria Morelli  Via Flaminia, 5,  Numana                                                    400 mt.

Carabinieri Comando Numana Via Flaminia, 70                                                   500 mt.

Simply Market     via Flaminia, 90                                                                                 600 mt.

Azzurra Vini  – Enoteca delle Marche  – via Flaminia 90                                  600 mt.

Porto Turistico Numana                                                                                                   850 mt.

Spiaggia Orsa Maggiore – Ristorante 30 Nodi   Beach Bar                         1.000 mt.

La Spiaggiola – Numana Alta                                                                                         650 mt.

Per le spiagge con i mezzi

In alta stagione esiste un servizio navetta a/r gratuito che parte come diciamo noi sotto casa e che porta alle principali spiagge attrezzate, utile per chi ha bambini o non vuole fare la passeggiata di ritorno dal mare, quando si è accaldati. La partenza è dall’Ufficio IAT (vedi pagina in fondo)

Esiste anche un servizio per Spiaggia San Michele.

Gli orari per la stagione 2018 li pubblico appena disponibili

Per le spiagge a piedi

Dal parcheggio di Piazzale Adriatico vai su via Avellaneda con alle spalle via Buenos Ayres, in fondo a sinistra troverai un viottolo che entra nei giardini sottostanti e ti porteranno verso la Stazione dei Carabinieri in direzione del porticciolo di Numana. Sono circa 800 metri a piedi , andata in leggera discesa e viceversa.

Supermercato, Vini e co 

Sempre nelle vicinanze in via Flaminia 90 un Simply Market con al piano superiore l’enoteca Azzurra Vini ampia e fornitissima di vini, birre ed oli marchigiani ( e non).

Numana centro 

Al centro di Numana , a due passi, trovate farmacia, tabacchi e tutto il resto

IAT Numana

Non è una parolaccia, ma è l’ufficio turistico che si trova in Via Flaminia angolo via Avellaneda, sempre ‘sotto casa’, dove trovi tutte le info del caso e da do ve partono le navette per le spiagge.

Prenota Subito